25 gennaio 2012

Lillie Langtry, il giglio di Jersey



Lillie Langtry (Jersey, 13 ottobre 1853 – Monte Carlo, 12 febbraio 1929) è stata un'attrice inglese dell'epoca vittoriana. Di rinomata bellezza, era conosciuta come "Jersey Lily" (il giglio di Jersey) e in vita ebbe moltissimi corteggiatori illustri, incluso il futuro re Edoardo VII (l'allora Principe del Galles).




Emilia era l'unica figlia del reverendo William Corbet le Breton, discendente di Richard le Breton (uno degli assassini di San Tommaso Becket), sesta di sette fratelli. Il reverendo si guadagnò una reputazione sgradevole a causa di una serie di relazioni extraconiugali, fin che nel 1880 venne abbandonato dalla moglie.  Il reverendo era fuggito a Gretna Green con la madre di Lily, Emilie Davis (nata Martin), nota per la sua bellezza e nel 1842, l'aveva sposata a Chelsea.
Gli occhi della ragazza, bellissimi, erano descritti talvolta come grigi, altre come azzurri; la ragazza fu educata dal precettore dei suoi fratelli, diventando insolitamente ben istruita per le donne del tempo.
Nel 1874, a 20 anni, si sposò con Edward Langtry ventiseienne proprietario terriero irlandese, un vedovo che era stato sposato con la sorella della moglie di suo fratello William. 






In un'intervista pubblicata da diversi giornali (tra cui l'Herald Brisbane) nel 1882, Lillie Langtry ricorda: 
"E 'stato grazie al Signor Ranleigh (un amico del padre) e al pittore Frank Miles che ho avuto la possibilità di essere introdotta nella società di Londra ... Sono andata a Londra portata dai miei amici. Tra i più entusiasti c'era sicuramente il signor Miles, l'artista. Ho appreso in seguito che mi aveva visto una sera a teatro e aveva cercato invano di scoprire chi fossi. Andò al suo club dai suoi amici artisti dichiarando che aveva visto una bellezza, e mi descrisse a tutti quelli che conosceva, finché un giorno uno dei suoi amici mi incontrò e fui debitamente presentata. Quindi il signor Miles venne da me e mi pregò di posare per un ritratto. Io acconsentii e quando il ritratto fu finito, lo vendette al principe Leopold. Da quel momento fui invitata dappertutto ed ebbi un gran successo tra i membri della famiglia reale e della nobiltà. Dopo Frank Miles  posai per i ritratti di Millais e Burne-Jones e ora è il turno di Frith ..."

Ritratti di Miles.

Lillie posò per E.B. Jones
in The Wheel of Fortune (1871-85) .

Il Signore Ranelagh, un amico di suo padre invitò Lillie Langtry ad un ricevimento dell'alta società e in questa occasione la giovane attirò l'attenzione di molti grazie alla sua bellezza e intelligenza. A differenza delle altre donne riccamente vestite, indossava un semplice abito nero (che sarebbe diventato il suo marchio di fabbrica) e niente gioielli. 
Prima della fine della serata, Frank Miles aveva già completato alcuni suoi schizzi che divennero poi molto popolari sulle cartoline. Un altro ospite, Sir John Everett Millais, in seguito avrebbe dipinto il suo ritratto. 
Il soprannome di Lillie, "Jersey Lily", fu preso dal giglio di Jersey (Amaryllis belladonna) - un simbolo dell'isola e fu reso popolare dal ritratto di Millais, intitolato A Lily Jersey. (Secondo la tradizione, i due nativi di Jersey parlavano Jèrriais tra di loro durante le sedute.)

Ritratto di Millais, Lily Jersey.
Millais e Lily

Il dipinto generò grande interesse quando fu esposto alla Royal Academy. Lillie è ritratta con un giglio Guernsey in mano (sarniensis Nerine), piuttosto che un giglio Jersey, perchè non ce n' era la disponibilità durante le sedute. In seguito posò anche per Sir Edward Poynter ed è raffigurata nelle opere di Sir Edward Burne-Jones. Diventò molto ricercata nella società londinese e la sua fama raggiunse presto le orecchie reali.

Su suggerimento dei suoi più cari amici, Oscar Wilde e Sarah Bernhardt, Lillie intraprese una carriera teatrale.   (Wilde era tanto appassionato di quella ragazza da avere molte sue foto a casa e la definì come  la più bella donna d’Europa. Alla ragazza Wilde apparve come "un ragazzo dagli occhi grandi, con un viso semplice" con cui entrò subito in confidenza.) Nel dicembre 1881, fece il suo debutto davanti al pubblico di Londra in She Stoops to Conquer presso il Teatro di Haymarket. 
L'autunno seguente, fece il suo primo tour negli Stati Uniti, e visto il successo enorme, lo ripetè negli anni successivi. Mentre la critica in genere criticava le sue interpretazioni, il pubblico l'amava. Nel 1903 recitò negli Stati Uniti nel The Crossways, scritto da lei in collaborazione con J. Hartley Manners.




Il Principe di Galles, Albert Edward ("Bertie"), volle sedersi accanto a Langtry ad una cena data da Sir Allen Young il 24 maggio 1877 (il marito era seduto all'altra estremità del tavolo.) Se pur sposato con la principessa Alexandra e con ben sei figli, Edward era un noto donnaiolo. Si infatuò di Langtry e lei divenne la sua amante; fu addirittura presentata alla madre di Edward, la regina Vittoria. Alla fine, si instaurò un rapporto cordiale anche tra lei e la principessa Alexandra.


L'allora principe del Galles.
Il rapporto durò dalla fine del 1877 al giugno 1880. Edward aveva eletto la Casa Rossa (ora Langtry Manor Hotel) costruita nel 1877 a Bournemouth, nel Dorset, come rifugio privato per la coppia.
Edward una volta si lamentò con lei, "ho speso tanto per te da poter costruire una nave da guerra", al che lei rispose seccamente: "E hai speso abbastanza per me da stare a mala pena a galla". 
La tradizione vuole che la loro relazione si raffreddò quando lei si comportò male durante una cena, ma la verità è che fu completamente eclissata dall'arrivo a Londra di Sarah Bernhardt, nel giugno 1879.
Nel luglio 1879 la Langtry iniziò una relazione con il conte di Shrewsbury; nel gennaio 1880 i due progettarono di fuggire insieme.
Nell'autunno del 1879 c'erano state voci pubblicate in Town Talk  sul fatto che il marito avrebbe chiesto il divorzio da lei, citando, tra gli altri, il Principe di Galles. Il Principe di fatto non la vide più, ma le rimase affezionato parlandone sempre molto bene come attrice di teatro.
Con la perdita del favore reale, Lillie iniziò ad avere problemi con i creditori, le sue entrate non erano infatti sufficienti per il suo tenore di vita. Nell' ottobre 1880 la Langtry dovette vendere molti dei suoi beni per soddisfare i suoi debiti anche se il marito Edward non dichiarò mai ufficialmente il fallimento.

Nell' aprile 1879, la Langtry iniziò una relazione con il principe Louis di Battenberg, anche se nello stesso periodo frequentava anche Clarence Arthur Jones (1854-1930), un vecchio amico. Nel giugno del 1880, rimase incinta. Suo marito non era sicuramente il padre; lei portò il principe Louis a credere che fosse lui. Quando il principe lo confessò ai suoi genitori, questi lo fecero assegnare alla nave da guerra HMS Incostante. Ricevuti dei soldi dal Principe, Lillie si ritirò a Parigi con Arthur Jones. L'8 marzo 1881, diede alla luce una figlia, Jeanne Marie.

Louis of Battenberg


Jeanne Marie


La scoperta di lettere appassionate tra la Langtry e Arthur Jones (nel 1878) e la loro pubblicazione da parte di Laura Beatty nel 1999, sostengono l'idea che Jones fosse il padre. Il figlio del principe Louis, conte Mountbatten di Birmania, invece, sostenne sempre che suo padre era il padre di Jeanne Marie. Nel 1902 Jeanne Marie sposò il politico scozzese, Sir IanMalcolm. Ebbero quattro figli. Lady Malcolm morì nel 1964.

Dal 1882 al 1891, la Langtry ebbe una relazione con il milionario della città di New York Frederic Gebhard. Con lui, fu coinvolta nello sport delle corse di cavalli purosangue. Nel 1885 lei e Gebhard aprirono una scuderia di cavalli di razza americana in Inghilterra. Il 13 agosto 1888 la Langtry e Gebhard viaggiavano nella loro auto privata che seguiva un treno espresso diretto a Chicago. Un' altra automotrice trasportava diciassette dei loro cavalli quando deragliò a Shohola, in Pennsylvania all' 1:40 del mattino e rotolò giù per un dirupo di 80 piedi prendendo fuoco. Una persona morì, insieme a Eole, campione di Gebhard e a quattordici cavalli da corsa appartenenti a lui e a Lillie. Uno dei due cavalli sopravvissuti fu San Salvatore, chiamato così in ricordo della chiesa di San Salvatore a Jersey, dove il padre di Langtry era stato rettore e dove l'attrice scelse di essere sepolto. 
Nel 1900, il cavallo di Lillie, Merman, montato dallo statunitense Tod Sloan, vinse la Gold Cup Ascot.

La Langtry diventò cittadina americana nel 1897. Divorziò dal marito lo stesso anno; l'uomo morì pochi mesi dopo in seguito ad un incidente. In una lettera di condoglianze in seguito scritta da Lily ad un'altra vedova si legge, "anch'io ho perso un marito , ma ahimè, non fu una grande perdita ". 

Nel 1888 la Langtry acquistò una cantina di 4.200 ettari (17 km2) a Lake County, in California, per produrre vino rosso. La cantina e vigneto, che porta il nome Langtry, sono ancora in funzione a Middletown, in California.
Lillie fu quindi coinvolta in una relazione con George Alexander Baird, fantino milionario e pugile dilettante, da aprile 1891 fino alla morte di lui nel marzo 1893 a New Orleans. 
Nel 1899, sposò il giovane Gerald Hugo de Bagni; ereditò il titolo baronale e divenne una delle personalità maggiori nel mondo delle corse dei cavalli, prima di andare a Monte Carlo. Durante i suoi ultimi anni, la Langtry infatti risiedeva a Monaco con il marito che viveva a breve distanza. I due si vedevano solo per occasioni mondane o in breve incontri riservati.La sua vera compagnia durante questo periodo fu la sua intima amica, Mathilda Torba, la vedova del suo maggiordomo.
Dal 1900 al 1903, la Langtry fu il locatario e direttore del Teatro Imperiale di Londra, morì a Monaco nel 1929. Fu sepolta nel cimitero della chiesa di San Salvatore a Jersey. 

Wilde dedicò alla donna due poesie, Humanitad, dove la descrive e Roses and Rue (dal manoscritto si comprendeva perfettamente a chi fosse dedicata: To L.L). Entrambe potevano essere interpretate come una storia d'amore fra i due (in entrambe si alludeva a dei baci).
James McNeill Whistler, le chiese di poterla ritrarre in un quadro, Frederick Leighton, le chiese se della sua figura ne potesse fare un busto di marmo, Edward Burne-Jones arrivò a farne una corte serrata, attraverso serenate cantate di sera, per convincerla a posare per lui (lo stesso, ma per scusarsi, fece Wilde).

F. Leighton, Idyll. Lillie Langhtry è ritratta nella figura  a destra.




La donna a destra vestita di bianco è Lillie, di fiaco a lei Oscar Wilde.

4 commenti:

Toinette ha detto...

E' sempre interessante leggere queste piccole biografie su donne così poco citate nella storia ma che alla fine ne hanno almeno in parte determinato alcuni aspetti dell'epoca.
Ciao Estel!

*Chani* ha detto...

Complimenti davvero per il blog...è bellissimo!

Estel ha detto...

Grazie molte! ^^

Irene ha detto...

Complimenti per il post molto interessante...passa da noi, troverai un piccolo pensiero per te. Baci

Related Posts with Thumbnails