28 dicembre 2010

RECENSIONE: La ragazza di Berlino

LA RAGAZZA DI BERLINO
di Anne Wiazemsky

IL LIBRO:
Una grande storia d’amore tra le rovine di Berlino, tra un mondo che scompare e una nuova vita che si affaccia.
Mossa dalla voglia di sentirsi utile, di aiutare gli altri la giovane Claire, figlia del grande scrittore François Mauriac, durante la Seconda Guerra Mondiale presta servizio come autista della Croce Rossa nel sud della Francia.
Impavida percorre le strade a notte fonda, trasportando feriti, agonizzanti, assistendo a scene dolorose, di sangue e morte, mentre aiuta contemporaneamente la Resistenza francese.
E quando la guerra finisce la giovane decide, contro il volere dei suoi, di spingersi fino nel cuore della Germania sconfitta: Berlino, distrutta e occupata dalle forze alleate. Le rovine di Berlino diventano così scenario di una grande storia d’amore.

RECENSIONE:
Storia di vita vissuta: la storia dei genitori dell'autrice.

Una storia fatta d'amore e di guerra, ambientata nella Berlino distrutta dal secondo conflitto mondiale. Una storia fatta di temi importanti e toccanti: c'è il cammino della protagonista che cerca una propria dimensione, fuori dall'ombra della figura paterna, ci sono le brutture della guerra, e c'è l'amore, che porta vita nuova anche in mezzo a tanto orrore.

Tante cose in poche pagine...peccato per il racconto in terza persona e la forma principalmente epistolare, che purtroppo non mi hanno fatto "entrare" nella storia.

2 commenti:

Lily ha detto...

Sembra interessante come libro...ma a quanto dici, forse il tutto è concentrato in poche pagine..
Entra nella lunga lista dei libri da comprare!
Grazie! :)

Estel ha detto...

Ciao Lily! Si in effetti è piuttosto breve, io l'ho letto in un paio di giorni. Sicuramente colpisce e fa riflettere, la critica sul fatto che lo stile mi abbia un pò "ostacolato" è puramente un fatto di gusti personali. A presto! ^_^

Related Posts with Thumbnails